Worldcafè

DSC_0080b

Izmo utilizza questo strumento principalmente in relazione all’attività di Moderazione e facilitazione, e ha avuto modo di applicarlo concretamente nel corso del progetto Open up urban space.
Riteniamo che la seguente definizione sia la più idonea per descrivere tale strumento
Izmo use this tool mainly in relation to the activity of Moderation and facilitation, Izmo was able to apply it in practice during the project Open up urban space.
For a english treatment of Worldcafè, the reader should refer to http://www.theworldcafe.com

Le Conversazioni al Cafè sono un metodo semplice da utilizzare per creare una rete vivente di dialogo collaborativo su domande e questioni che servono al lavoro e all’organizzazione. La grande parte delle Conversazioni al Cafè sono basate sui principi ed il formato sviluppato da The World Cafè (www.theworldcafe.com), un movimento globale, in grande crescita per supportare conversazioni importanti negli ambienti organizzativi pubblici e privati e nelle comunità più diverse. Le Conversazioni al Cafè sono anche una metafora provocatoria che rende capaci di vedere nuovi modi di fare la differenza nelle nostre vite ed al lavoro. Il potere della conversazione è così invisibile e naturale che di solito lo sottovalutiamo.
Per esempio, considerate l’apprendimento che si realizza, e le opzioni operative che emergono, quando le persone si muovono da una conversazione all’altra, sia all’interno dell’organizzazione che all’esterno, con fornitori, clienti ed altri nella comunità ampia.
Quando ci rendiamo conto del potere delle nostre conversazioni, come un processo chiave del business, possiamo utilizzarlo più efficacemente per il beneficio di tutti.
Il Cafè nasce sulla base dell’ipotesi che le persone hanno già, in loro, la saggezza e la creatività per affrontare anche le sfide più difficili. Dato un contesto appropriato ed una adeguata concentrazione, è possibile accedere ed utilizzare questa più profonda conoscenza su ciò che è importante.

Conversazioni al Cafè (una breve descrizione):

  • Fai accomodare quattro o cinque persone intorno a piccoli tavoli, in gruppi di conversazione. Ciascun gruppo, in ogni tavolo, nomina un ospite o “padrone di casa”.
  • Progetta turni progressivi di conversazioni (solitamente tre) di circa 20/30 minuti ciascuno
  • Lavora, nel tuo tavolo, su domande e temi che sono realmente importanti per la tua vita, il tuo lavoro o la tua comunità, mentre gli altri piccoli gruppi, nei tavoli vicini esplorano gli stessi temi.
  • Incoraggia sia i “padroni di casa” che i componenti il gruppo a scrivere, scarabocchiare, o disegnare le idee sulle tovaglie di carta, o su larghi fogli di carta che sono disponibili in ogni tavolo.
  • Al termine del turno iniziale di conversazione, chiedi al “padrone di casa” di rimanere al tavolo, mentre gli altri si spostano nel ruolo di “ambasciatori di significato”. Chi si sposta porta con se le idee, i temi e le domande nelle nuove conversazioni in cui si unisce.
  • Chiedi al “padrone di casa” di dare il benvenuto ai nuovi arrivati e di condividere brevemente le idee principali, i temi e le domande della conversazione iniziale. Incoraggia gli ospiti a collegare e connettere le idee che vengono dalle precedenti conversazioni – ascoltando attentamente e sviluppando sui contributi di ciascuno.
  • Dando a tutti l’opportunità di muoversi in diversi turni di conversazione, le idee, domande, e temi iniziano a collegarsi e connettersi. Alla fine del secondo turno, tutti i tavoli, o gruppi di conversazione, saranno “impollinati” in modo combinato, dalle, e con le, intuizioni profonde emerse nelle conversazioni precedenti.
  • Nel terzo turno di conversazione i partecipanti possono rientrare “a casa”, il loro tavolo originario, per riassumere le loro scoperte, o possono continuare a viaggiare verso nuovi tavoli e gruppi, lasciando lo stesso “padrone di casa”, o un nuovo “padrone di casa”. Qualche volta una nuova domanda che aiuta l’approfondimento dell’esplorazione viene proposta per il terzo turno.
  • Dopo diversi turni di conversazione puoi iniziare una conversazione che coinvolge insieme l’intero gruppo” per condividere le scoperte e le intuizioni. Eʼ in queste conversazioni, stile assemblea pubblica, che gli schemi ricorrenti possono essere identificati, la conoscenza collettiva cresce, e nuove possibilità per l’azione emergono.

Una volta che sai cosa vuoi realizzare, e di quanto tempo disponi, puoi decidere in modo appropriato la lunghezza e il numero dei turni, l’utilizzo più efficace delle domande e i modi più interessanti di collegare, trasferire/ far si che le conversazioni siano influenzate dalle
idee di tutti i partecipanti.

Come creare un’atmosfera da Cafè:

  • Sia che tu ospiti alcune decine, o alcune centinaia di persone, è fondamentale creare un ambiente che sia informale ed intimo.
  • Quando i tuoi ospiti arrivano dovrebbero immediatamente rendersi conto che questo non è il solito incontro.
  • Se possibile utilizza uno spazio con luce naturale e vista sull’esterno per creare un’atmosfera più accogliente
  • Fai in modo che l’ambiente abbia l’aspetto di un Bar molto accogliente, con piccoli tavoli per quattro o cinque persone. Meno di quattro persone potrebbero non bastare a creare abbastanza varietà e diversità di prospettive, più di cinque persone potrebbero limitare l’interazione tra i partecipanti.
  • Disponi i tavoli in modo casuale, piuttosto che in linee perfette. I tavoli di un Bar aperto da qualche ora, sul marciapiede, appaiono rilassanti ed invitanti.
  • Usa tovaglie colorate e un piccolo vaso di fiori per tavolo. Se il luogo consente, metti anche una candela per tavolo. Disponi piante o fiori nella stanza.
  • Metti almeno due grandi fogli di carta su ciascuna tovaglia, insieme a una scodella, o ad un bicchiere di vino riempiti con pennarelli colorati. Carta e penna incoraggiano il disegno, scarabocchi, e connessione di idee. In questo modo le persone prendono appunti man mano che le idee emergono.
  • Disponi un tavolo per i facilitatori
  • Valuta la possibilità di esporre elementi artistici o posters nei muri, o anche semplici fogli con aforismi, e di avere musica mentre le persone arrivano e gli dai il benvenuto
  • Usa la tua immaginazione e sii creativo/a!

Fonte: theworldcafe.com