PhD Thesis

PhD Thesis (Alessandro Grella)

Elenco sottopagine / List Subpages

Dati | Elements

Titolo: Uno sistema condiviso per la cognizione, la comunicazione e lo sviluppo territoriale. Il caso Arabianranta.

Tutor: Alfredo Mela

Co-Tutor: Daniela Ciaffi

Presentazione della ricerca (in inglese)

Video di Arabianranta

http://www.arabianranta.fi

Title: A shared system for cognition, communications and spatial development.Arabianranta case study.

Supervisor: Alfredo Mela

Co-Supervisor: Daniela Ciaffi

Presentation

Video  about Arabianranta

http://www.arabianranta.fi

Abstract

La tesi di dottorato intende esplorare le potenzialità del Information and Communications Technology (ICT) applicate nel contesto urbano. Tali tecnologie possono divenire un elemento caratterizzante del territorio tanto da favorire la crescita economica, la cooperazione, l’informazione condivisa e partecipata durante i processi decisionali.
Il caso studio è Arabianranta, area in via di sviluppo situato a nord est rispetto il centro di Helsinki.
La comunicazione nel quartiere è veicolata attraverso l’infrastruttura che supporta telefonia e servizi web, inoltre il portale internet arabianranta.fipermette l’interazione dei residenti, lavoratori e studenti. I cittadini fanno parte con l’agenzia di sviluppo locale Art & Design City Helsinki Ltd e la città di Helsinki di un sistema integrato di supporto allo sviluppo del quartiere.
Lo studio dei processi di piano nel quartiere di Arabianranta, delle dinamiche in atto e degli elementi chiamati ad interagire per mezzo di arabianranta.fi, è volta a formare un quadro di riferimento fondamentale per comprendere la sua connotazione interattiva, basata sul rapporto diretto con i cittadini e con i luoghi. Una ricerca di significati condivisi, un continuo confronto tra sapere tecnico e sapere comune, rispetto ai quali orientare progetti di trasformazione urbana e territoriale. L’attività di pianificazione ha perciò l’obiettivo di realizzare piani in cui la popolazione possa identificarsi e contribuire attivamente alla loro costruzione.
Non tutte le comunità sono preparate a trarre beneficio da questo tipo di sistemi e all’utilizzo di questi strumenti web-based, in tale ambito l’obiettivo si sposterà verso la formulazione di ipotesi di utilizzo nella sfera sociale e amministrativa italiana.
The Ph.D. Thesis aims at investigate the capability of Information and Communications Technology (ICT) on urban context, such can become a spatial characterising element that further economy growth, cooperation, shared and participated information during decision process.
The case study is Arabianranta, developing urban area in north est of Helsinki.
The communication in the neighbourhood is spread through the infrastructure that support telephone and web services, moreover the web portal “arabianranta.fi” allow the interaction of the residents, workers and students. The citizen, with the local agency and the City of Helsinki, belongs to a integrated system that support the area development.
The study of planning processes in Arabianranta area (its dynamics started up and the elements in interaction by means of “arabianranta.fi”) is turning to set the outline of the interactivity based on direct relation between citizen and public space. A essay of shared meanings, a steady comparison of expert and common knowledge, in regard of which steering spatial and urban design. The aim of planning process is to make plans where citizen can empathize and
contribute to its setting.
Not all communities are ready to take advantage of those kind of systems and being able to use web-based tools, in this dimension, the research aim will be focussed to hypnotise a way of use for the Italian society and administration.

Index

Abstract
Finalità e metodologie
Introduzione

1 Territorio, ICT, società: trasformazioni parallele

1.1 Spazio e comunicazione globale

1.1.1 Inter-net e tecnologie Web-based
1.1.2 Teorie e approcci al tema Ict e territorio
1.1.3 Effetti delle ICT sul territorio
1.1.4 Tra spazi tangibili e spazi virtuali

1.2 Reti di città e sociologia delle reti

1.2.1 Il divario digitale
1.2.2 Reti, network e net-working
1.2.3 Tra innovazione, sviluppo e territorio
1.2.4 Ambienti, ambiti e città creative

1.3 Strumenti globali per azioni locali

1.3.1 Strumenti del comunicare
1.3.2 ICT e relazioni tra conoscenza e azione
1.3.3 Formazione di una conoscenza locale on-line
1.3.4 Interazioni sociali e comunitarie mediate
1.3.5 Introduzione a forme di partecipazione locale mediata

2 Partecipazione, Ict e agenzie di sviluppo locale

2.1 Diffusione della partecipazione nei processi di trasformazioni urbana

2.1.1 Approcci e configurazioni della dimensione partecipativa
2.1.2 Tecniche, tempi e luoghi della facilitazione
2.1.3 Attori, partecipanti, stakeholder
2.1.4 Impedimenti alla diffusione della partecipazione
2.1.5 Superare degli ostacoli e favorire l’inclusività

2.2 Agenzie, sviluppo locale e partecipazione di soggetti

2.2.1 Strutture amministrative, gruppi ed enti locali
2.2.2 Definizioni e tassonomia di un soggetto locale
2.2.3 Profilo delle Agenzie di sviluppo locale
2.2.4 Esperienze, progetti e ciclo di vita delle Agenzie di sviluppo locale
2.2.5 Esperienze di ICT, il caso delle Agenzie torinesi

2.3 ICT e promozione della democrazia digitale

2.3.1 Definizioni e dimensioni “e”
2.3.2 Approcci alla e-participation, tra reale e virtuale
2.3.3 Costruzione di ambienti partecipativi digitali
2.3.4 Tecnologie e strumenti della partecipazione mediata

3. La dimensione Italiana e i casi studio di Torino

3.1 Programmi di rigenerazione urbana, sviluppo e e-government a Torino
3.2 Esperienze di ICT, il caso delle Agenzie torinesi
3.3 Processi partecipativi organizzati dal basso: biblioteca Shahrazàd, Glocalmap, Insito

4. Il caso studio Arabianranta

4.1 Finlandia e Helsinki

4.1.1 Sviluppo e politiche urbane
4.1.2 Innovazione economica e welfare state
4.1.3 Partecipazione,
hackers e identità
4.1.4 ICT e welfare state model

4.2 Arabianranta

4.2.1 Origini del quartiere
4.2.2 Il progetto di sviluppo
4.2.3 Dati statistici di Arabianranta
4.2.4 L’ambiente urbano
4.2.5 Arte pubblica
4.2.6 Cultural & innovative HUB
4.2.7 ADC Agenzia di sviluppo locale
4.2.8 L’infrastruttura di comunicazione
4.2.9 Il portale internet arabianranta.fi
4.2.10 Sezioni del portale
4.2.11 e-moderator
4.2.12 e-participation in Arabianranta
4.2.13 Il futuro di Arabianranta

5. Considerazioni finali

5.1 Analisi del caso studio
4.2 Analisi del contesto italiano
4.3 Proposte per un’applicazione italiana
4.4 Conclusioni

Allegati

A1 Arabianranta, dati statistici, dimensionali, storici

A1.1 Interviste conoscitive 2008

A1.1.1 Alessandro Aurigi
A1.1.2 Aino Verkasalo
A1.1.3 Andrea Botero & Joanna Saad Sulonen
A1.1.4 Tino Johansson
A1.1.5 Kimmo Ronka
A1.1.6 Niina Puumalainen
A1.1.7 Kari Halinen
A1.1.8 Peter Ache

A1.2 Interviste strutturate 2009

A1.2.1 Kari Halinen
A1.2.2
Kimmo Ronka
A1.2.3
Sari Tiiro
A1.2.4
Ari Vanha-Majamaa
A1.2.5
Andrea Botero
A1.2.6
Liisa Lankinen
A1.2.7
Janne Kareinen

A1.3 Statistiche Internet arabianranta.fi

A5 Interviste alle esperienze Torinesi

A5.1 Interviste agenzie sviluppo locale di Torino

A5.1.1 Cascina Roccafranca
A4.2 San Salvario
A4.3 The Gate

A5.2 Interviste ai progetti torinesi di e-participation dal basso

A5.2.1 “La Biblioteca Shahrazàd non deve chiudere” e intervista a Alessandro Mercuri
A5.2.2 Glocalmap e intervista a
Maurizio Cilli
A5.2.3 Insito e intervista a Giulia Carlone

Bibliografia

Strutturata della tesi

  • Il primo capitolo è relativo al rapporto sistemico tra: territorio, ICT e società. La composizione dei capitoli avrà come filo conduttore la scala territoriale: da una dimensione globale —caratteristica delle ICT— fino al locale con rifermento al contesto urbano e sociale.
    • Le information and communication technology sono caratterizzate da un’incredibile dinamica e mutevolezza che circonda (anche se in modo disuguale) metamorfosi planetarie verso economie, società e culture mediate digitalmente. Diventa quindi fondamentale stabilire delle solide prospettive teoriche ed analitiche, che siano a supporto all’analisi di questi cambiamenti.
    • Le aree urbane sono i principali centri di richiesta di telecomunicazioni e allo stesso tempo il sistema nervoso della rete elettronica che da loro si irradia. A livello globale si nota la tendenza a una connessione forte, sinergica, tra le città e queste nuove reti di infrastrutture [Graham S., Marvin S., 2002, p. 15]
    • Le ICT permettono di agevolare e di stabilire nuove relazioni tra cittadinanza e pubblica amministrazione (e-democracy): non solo, quindi, comunicazione dalle istituzioni verso i cittadini, ma anche dai cittadini (singoli od associati) verso la pubblica amministrazione (e fra di loro) nella formulazione dei problemi, nella elaborazione delle soluzioni, nella valutazione delle alternative (e-participation).
  • Il secondo capitolo riguarda il rapporto tra partecipazione, Agenzie di sviluppo locale e ICT
    • La partecipazione riguarda l’insieme delle pratiche (informazione, comunicazione, animazione, consultazione, empowerment) concesse al cittadino, in qualità di singolo individuo o alla comunità locale, di influire sui processi di trasformazione urbana e su i suoi esiti. Il livello locale è particolarmente promettente per il sostegno ai processi partecipativi, data la caratteristica prossimità fra istituzioni locali e cittadini, e la possibilità di un controllo ravvicinato sui processi decisionali e sui loro effetti.
    • Le Agenzie di sviluppo locali sono nuovi attori della pianificazione, nel senso che operano direttamente in questo campo ed esprimono una precisa domanda di piano. La dimensione locale è l’ambito entro il quale si dispiegano le dinamiche o le azioni orientate allo sviluppo; nonché lo spazio definito dall’interazione tra attori e il prodotto di un “campo” di relazioni a base territoriale. Le agenzie locali favoriscono l’elaborazione di nuovi modelli di pianificazione, ed esprimono una forte domanda di innovazione e di nuove modalità del governare che sappiano valorizzare l’intelligenza sociale disponibile, dove prevalgano forme di coprogettazione e di ascolto.
    • La diffusione delle nuove tecnologie presso la Pubblica Amministrazione Locale, e l’opportunità offerta da tali tecnologie, rendono necessario un quadro di riferimento che fornisca elementi utili per la progettazione delle esperienze locali di partecipazione dei cittadini attraverso le ICT. Le dimensioni della partecipazione a livello locale verranno analizzate in base all’effettiva possibilità informare e far partecipare i cittadini e le istituzioni, in un confronto aperto fra attori sociali, politici e istituzionali.
  • Il terzo capitolo è centrato sull’analisi del contesto italiano e in particolar modo dell’ambito torinese. La fase di ricerca intende esplorare l’offerta e l’utilizzo delle ICT da parte delle Agenzie di sviluppo locale di Torino. Le Agenzie individuate e prese di riferimento sono The Gate nel quartire Borgo Dora – Porta Palazzo; l’Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario e Cascina Roccafranca nell’area di Mirafiori Nord (vedi allegati). Parallelamente alle esperienze di e-partecipationpromosse dall’alto, si analizzeranno successivamente tre diverse esperienze partecipative costruite buttom-up dai cittadini per i cittadini.
  • Il quarto capitolo è relativo all’analisi del caso studio finlandese. Esso si compone in due parti:
    • Il capitolo 4.1 è focalizzato a comprendere le peculiarità finlandesi e della città di Helsinki: un paese che si è arricchito tramite un rapidissimo sviluppo economico, nel corso dell’ultimo quarto di secolo. Un modello di sviluppo economico ed urbano basato su un sistema di protezione sociale, sostenibilità e innovazione tecnologica [Castells M., Himanen P., 2002]. Gli elementi che emergeranno dall’analisi del contesto finlandese e della città di Helsinki costituiranno una base di confronto per studiare la dimensione locale di Arabianranta.
    • Il capitolo 4.2 descrive l’esperienza di Arabianranta: un modello di sviluppo urbano per un’area in via di riqualificazione con diverse funzioni: residenziale,business centre, campus e residenza universitaria accomunate da una visione comune: diventare un distretto per il design, l’arte e i media.
  • Il capitolo 5 mira ad analizzare in modo critico i casi studio, trarre le conclusioni della ricerca, fino a delineare un modello per costruire a livello locale di processi partecipativi on e off line

Riferimenti italiani / Italian references

Elementi caratterizzanti / Characteristic Elements

  • 1. Groups and Institutions
    • 1.1. Local
    • 1.2. City
  • 2. Places
  • 3. Times
  • 4. Others
  • 5. FACTS AND FIGURES
    • 5.1. Start
    • 5.2. 2008
    • 5.3. END of works
  • 6. Maps

Groups and Institutions

Local

City

  • City of Helsinki
  • Development Division of City of Helsinki Economic and Planning Centre
  • City Planning Office
  • City of Helsinki Urban Facts
  • City Real Estate Department
  • Public Works Department
  • Helsinki Energy
  • Saunalahtihttp://saunalahti.fi

Places

  • Europe
  • Baltic Sea Area
  • Helsiki
  • Helsiki City Centre
  • East Helsinki
  • Toukola region
  • Kyliisaari first idea area for sewage treatment plant
  • Vantaanjoki river mouth
  • Vanhankaupunginlahti scenic waterfront area right next to a nature reserve
  • Kumpula valley
  • Arabianranta (area)
  • Vanhakaupunki in north, Hermanni in south and Toukola and Kumpula in west
  • Hämeentie street
  • Arabia factoy
  • Kumpula Campus

Times

  • 1550 Helsinki founded by King Gustav I of Sweden as Helsingfors
  • 1874 Arabia factories started to make porcelain products and the industrialization of Helsinki begun
  • 1987 the University of Art and Design moved into the old production buildings of the Arabia factory
  • 1988 city had decided to build a centralised sewage treatment plant at Viikki or somewhere else… the decision fell on Arabianranta; the housing development project is initiated
  • 12 December 1988 was established the Hermanni-Toukoia Area Development Project, later renamed the Arabia-Hermanni Area Development Project
  • early ’90 planning, preparatory work for construction, planning of the public service infrastructure and earthworks
  • 1992 the Master plan is completed
  • 1993 built mock-up building corners on the site in order to give an idea of how the buildings would relate to the landscape
  • 1993 The Media Lab was established in the University of Art and Design
  • 1995 Pop & Jazz Conservatory moved in Arabianranta
  • 9 August 1995 preliminary agreement for establishing a centre for Art and Design at Arabianranta was signed; City of Helsinki, Ministry of Trade and Industry, Arabianranta private landowners and University of Art and Design Helsinki made an agreement to develop Arabianranta as a “leading hot-spot of desing in the Baltic Sea Area”
  • mid-1990s ambitious goals were set for Arabianranta; the idea of a public-private partnership had emerged
  • 1996 free competition was allowed when the monopoly of the Helsinki Telephone Company was terminated; Helsinki Polytechnic Stadia moved in Arabianranta
  • 27 November 1996 the Helsinki City Council approved the local plan
  • 1997 Developing company Art and Design City Helsinki Ltd. was established by the City of Helsinki, State, University of Art and Desing Helsinki, Pop&Jazz Conservatory and Hackmann Ltd.
  • 2 June 1997 the City Board granted Helsinki Energy permission to go ahead with the plan of networking
  • 28 January 1998 the Ministry of the Environment ratified the local plan
  • 1998-2000 was to study the impacts of the information society on urban evolution
  • 2000 Helsinki celebrated its 450th anniversary and was designated one of the European Capitals
  • spring 2000 begun the new construction phase
  • summer 2001 the first residents moved to Arabianranta
  • 2002 was founded the Real Estate Service Company of Arabianranta & Arabia Services Ltd. (Arabian Palvelu) to built all the common facilities, like common ground, parking places, areal broadbandet and club facilities.
  • summer 2002 the network became operational; http://www.helsinkivirtualvillage.fi was launched
  • May 2006 50 per cent of the permitted floor area was built, the total number of apartments completed or currently under construction at Arabianranta was 1,600 (approx. 137,000 m2 gross)
  • 2007 has started Helsinki Living Lab-project
  • 2010 is going to be a leading hot-spot of creative industries in Northern Europe
  • 2012 Arabianranta building term

Others

  • Art works
  • Broadband Communication Network (10/10 Mbps data connection)
  • arabianranta.fi Web portal
  • HITAS system

FACTS AND FIGURES

Start

  • 85 ha measurement of the developing area

2008

  • 4000 new residents
  • 6000 students
  • 4000 workers
  • 300.000 m² of flats building site
  • 200.000 m² of new university, office and commercial space building site
  • 120.000 m² already converted factory buildings
  • 300 companies situated in Arabianranta (2/3 of them sme´s)
  • 70 pieces of art in public places, houses, parks and roads
  • 7 bus lines, 2 tram lins
  • 11€/m2 maximum social rental costs  (free marked rents are up to 22€/m2)

END of works

  • 8000 new residents
  • 6500 students
  • 5000 workers
  • 110 ha total area
  • 80% of land owned by the municipality
  • 100 years rent out plots
  • 59 new buildings
  • 134 total numer of buildings in the area
  • 0.7 areal density ratio
  • 0,22,0 (average 0,5) building density
  • 2300 new dwellings
  • 67 m² average gross floor area of the flats
  • 82 m² average in a normal residential building
  • 41 m² average floor area per person
  • types of flat: from studio flats of less than 20 m² for students to family dwellings of eight rooms and a kitchen with a floor area of 195 m²
  • 15% 1 room residences; 15% 2 rooms; 20% 3 rooms; 40% 4 rooms; 10% 5 or more rooms
  • housing by form of tenure: owner-occupied flats 50%, rental apartments 50%
  • rental apartments by type of lessor: private 10%, social (student, municipality, etc.) 90%
  • 7 +1 schools – universities
    • 1 university; 2000 students 250 teachers,
    • 2 finnish colleges of applied sciences; 1400 students 200 teachers
    • 1 swedish cellege of applied scienses; 1800 students 400 teachers
    • 1 pop and jazz conservatory; 500 students 79 teachers
    • 1 swedish vocational school; 800 students 40 teachers
    • 1 primary school; 700 students 24 teachers
    • In the vicinity of the area (200 metre); 1 university departement of sciences 7000 students and 500 teachers
  • 20,4 Km total road network (motor vehicles 6,2; bicycles 4,6; pedestrians 2,4; other use 7,2)
  • 2900 total number of parking places (parking places: 2600 private (1800 on ground, 700 underground); 300 public)
  • 100% number of broadband connections
  • 1000 pieces of art alltogether; made by 200 artist
  • 10 public monitor broadcast local information from schools, business and city; advertisement
  • 3 nurseries; 3 social service premises (house for mentally disable youngsters, house MS-deseas patience, house for communication disable children); 1 private seniorhome; 2 grocery stores; 2 museums; 1 concert halls; 1 shopping centre 12 000m2; 25 stores; 3 restaurants; 3 lunch places;  4 cafes; 2 museums; 2 galleries;2 libraries; 1 sportsgruond football, atletics, tennis, icehockey;
  • population by sex
    • 1050 male
    • 1146 female
  • population by age (number)
    • 361 0-6 years
    • 184 7-15 years
    • 47 16-17 years
    • 655 18-29 years
    • 699 30-44 years
    • 175 45-64 years
    • 45 65-74 years
    • 30 over 75 years
  • population by citizenship (number)
    • 2156 European
    • 20 African
    • 15 North American
    • 5 Latin American or Caribbean

Maps

Masterplan

Communication network

Type of building

GIS data

 

 

Parole | Words

City of Helsinki Urban Facts

Arabian Palvelu Oy

to define

Ubiquitous city

http://en.wikipedia.org/wiki/Ubiquitous_city

HITAS System

Real Estate Department (2008), “HITAS, PRICE AND QUALITY CONTROLLED OWNER-OCCUPIED APARTMENTS”, in Real Estate Department site,http://www.hel.fi/wps/portal/Kiinteistovirasto_en/Artikkeli?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/kv/en/Apartments+and+Housing/Hitas (visitato 3 dicembre 2008)

Inglese Italiano veloce Osservazioni
HITASPRICE AND QUALITY CONTROLLED OWNER-OCCUPIED APARTMENTS

The objective of Hitas is to provide reasonably priced owner-occupied apartments for inhabitants of Helsinki and also to monitor that they remain reasonably priced throughout their existence. New Hitas apartments are bought from the builders of the object. Old Hitas apartments are sold by the owner of the apartment.

The price regulation concerns both the new and old Hitas apartments. Its objective is to safeguard that the prices of apartments are based on their real building costs.

* The average price per square meter for new non-subsidized Hitas apartments is confirmed per project by the Real Estate Department of the city or the National Housing Fund. The sales prices of the apartments can depart from the approved average price per square meter due to mutual evaluation of apartments and possible interests due of instalments.

* When an old apartment is being sold, the original debt-free acquisition price is index-adjusted. When the maximum price is being defined for an apartment, one must contact the house manager of the company who will fill in the form for defining the maximum price for Hitas.

SALES ADVERTISEMENTS FOR HITAS APARTMENTS (Finnish)

The advertisement place is meant for Hitas apartment owners who wish to have their apartment’s sales advertisement on the pages of the Housing Affairs Division. You need an email address of your own when you post an advertisement. The advertisement is published immediately after the advertiser has confirmed the message that has arrived in his/her email. The owner of the apartment takes care of all matters related to the sale of the apartment. The Housing Affairs Division does not sell or mediate apartments. The sales advertisement is valid for two months. You can search for advertisements selling Hitas apartments with the search function.

HITASUnità abitative con pezzo e qualità controllata occupate da singoli proprietari

L’obiettivo del sistema Hitas è fornire a prezzi ragionevoli appartamenti di proprietà  gli abitanti di Helsinki e controllare che i prezzi delle abitazioni rimangano ragionevoli nel corso degli anni. I nuovi appartamenti Hitas sono acquistati da costruttori. I vecchi appartamenti Hitas sono venduti dai proprietari degli appartamenti.

Il prezzo di regolamento riguarda sia i nuovi ei vecchi Hitas appartamenti. Il suo obiettivo è quello di salvaguardare che i prezzi degli appartamenti sono basate sulle loro reali costi di costruzione.

* Il prezzo medio per metro quadrato per i nuovi non sovvenzionate Hitas appartamenti è confermata al progetto da parte del Real Estate Dipartimento della città o del Fondo nazionale di edilizia abitativa. I prezzi di vendita degli appartamenti può discostarsi dal approvato prezzo medio per metro quadrato a causa di valutazione reciproca di appartamenti e le eventuali interessi a causa delle rate.

* Quando un vecchio appartamento viene venduto, l’originale del debito-libero prezzo di acquisto è indice corretto. Quando il prezzo massimo è stato definito per un appartamento, si deve contattare la casa manager della società che compilare il modulo per la definizione del prezzo massimo per Hitas.

Vendite annunci per HITAS appartamenti (finlandese)

La pubblicità luogo si intende per appartamento Hitas proprietari che desiderano avere il loro appartamento le vendite di pubblicità sulle pagine del abitativa Divisione affari. È necessario disporre di un indirizzo di posta elettronica della propria quando si pubblicare un annuncio pubblicitario. L’annuncio viene pubblicato subito dopo l’inserzionista ha confermato il messaggio che è arrivato nella sua e-mail. Il proprietario della casa si prende cura di tutte le questioni relative alla vendita della casa. Housing Divisione affari non mediare o vendere appartamenti. L’annuncio di vendita è valida per due mesi. È possibile eseguire la ricerca per la pubblicità di vendita Hitas appartamenti con la funzione di ricerca.

testo

 

 

 

Riflessioni | Observation

no ordered list of observations (Italian only)

  • superamento della realtà informatica, del progresso tecnologico a discapito di teorie e letteratura. Alcune teorie fanno oramai sorridere, sono superate e screditate dalla realtà.
  • La tecnologia corre (gap società – tecnologia)
  • Riavvicinamento della tecnologia al fisico al reale. La tecnologia è sempre più pervasiva. Se una tempo si pensava che la tecnologia toccasse solo l’uomo e non il contesto spaziale.. oggi si sta dimostrando il contrario
  • A quattro anni dal termine dei lavori si sta già pensando al futuro di Arabianranta. Il programma “what the future of Arbianranta” è in atto, si costituisce di incontri e discussioni.
  • Non è una questione di tools; conosciamo bene i processi partecipatici dopo 40 anni di esperienze. Gli stessi modelli si possono appolcare, o meglio, potenziare sul web, mediante le nuove tecnologie. La partecipazione è una questione culturale che tocca la società, la politica e i loro processi.

 

 

 

Bibliografia | Bibliography

  • 1. Categorie / Categories
  • 2. Libri / Book
  • 3. Article – Paper – Thesis
  • 4. Internet
  • 5. To order

Categorie / Categories

  • COG: cognizione / cognition
  • COM: comunicazione / communication
  • CPX: complessità / complexity
  • DMK: processi decisionali / decision making
  • FIN: Finlandia, Arabianranta
  • GIS: Geographic Information System
  • ICT: information and communication technology
  • ITA: Italy, piemonte
  • K&A: conoscenza azione / knowledge action
  • PLN: pianificazione / planning
  • POL: politiche / policies
  • PTP: partecipazione / paticipation
  • SOC: sociologia / sociology
  • SPT: territorio / spatial
  • SVL: sviluppo locale / local development
  • WEB: internet, web
  • URB: urbanistica / urban

Libri / Book

  • Amin A., Thrift N. (2005), Città. Ripensare la dimensione urbana, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815105981 [urb, soc]
  • Arielli E. (2006), Cognizione e comunicazione. Le basi psicologiche dell’interazione umana, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815112798 [cog]
  • Arielli E. (2003), Pensiero e progettazione. La psicologia cognitiva applicata al design e all’architettura, Mondadori, Milano, ISBN 9788842490227 [cog, soc, pln]
  • Arcuri L. (2006), La cognizione sociale. Strutture e processi di rappresentazione, Laterza, Bari, ISBN 9788842061328 [soc]
  • Avalle U., Pravettoni G. (2004), Progettare l’interazione a misura d’uomo, UTET Università, Milano, ISBN 9788877509116 [soc, ict]
  • Balram S., Dragicevic S. (2006), Collaborative Geographic Information Systems, Idea Group Publishing, London, ISBN 9781591408451 [ptp, gis, ict]
  • Bauman Z. (2008), La solitudine del cittadino globale, Feltrinelli, Milano, ISBN 9788807102875 [ict, soc]
  • Bellini E., Bencardino F. (a cura di) (2004), Conoscenza, Ict, territorio: un approccio interdisciplinare, Franco Angeli, Roma, ISBN 9788846455321 [ict, k&a, spt]
  • Berra M. (2007), Sociologia delle reti telematiche, Laterza, Bari, ISBN 9788842084860 [web, soc]
  • Berra M., Meo A. R. (2001), Informatica solidale. Storia e prospettive del software libero, Bollati Boringhieri, Torino, ISBN 9788833913636 [web]
  • Bertuglia C. S., Staricco L. (2002), Complessità, autoorganizzazione, città, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846419040 [cpx, urb, pln]
  • Bianco M. L., Massa Rolandino R. (1987), Ipotesi di un sistema intelligente di supporto alle decisioni strategiche. Problemi di applicazione e di acquisizione delle conoscenze, Dipartimento di scienze sociali dell’Università di Torino e Laboratorio di intelligenza artificiale del Csi Piemonte (mimeo)
  • Bobbio L. (1996), La democrazia non abita a Gordio: studio sui processi decisionali politico amministrativi, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788820487911 [dmk, pln]
  • Botero A., Martilla S. (2006), Exploring social media, University of Art and Design Helsinki / Media Lab, Helsinki, ISBN 9789515582089 [soc, ict]
  • Brunetta G. (1997), Giochi negoziali nelle politiche urbane, Alinea, Firenze, ISBN  9788881251957 [pln, dmk]
  • Camarda D. (2004), “Interazione geo-referenziata multiagente in un caso di pianificazione ambientale a scala micro-urbana”,in Archivio di studi urbani e regionali, Franco Angeli n°80, Milano [ict, ptp, gis]
  • Camarda D. (2007), “Pianificazione ICT-based e gap formativo: alcune note introduttive”, in Archivio di studi urbani e regionali, Franco Angeli n°88, Milano [ict, ptp]
  • Carta M. (2007), Creative City. Dynamics, innovations, actions, List, Barcellona, ISBN 9788895623030 [urb]
  • Casalegno F. (2007), Cybersocialità. Nuove forme di interazione comunitaria, Il Saggiatore, Milano, ISBN 9788842812777  [ict, soc]
  • Cassatella C., Gambino R. (2005), Il territorio: conoscenza e rappresentazione, Celid, Torino, ISBN 9788876616624 [spt, cog]
  • Castells M., Himanen P. (2002), The Information Society and the Welfare State. The Finnish Model, Oxford University Press, Oxford, ISBN 9780199269112 [fin, soc, ict]
  • Castells E. (2004), La città delle reti, Marsilio, Venezia, ISBN 9788831784559 [ict, urb]
  • Castells M. (2006), Galassia Internet, Feltrinelli, Milano, ISBN 9788807818912[ict, web]
  • Casti J. L. (1986), Complexification, Abaus, London, ISBN 9780060925871 [cpx]
  • Cecchini A., Vania A. (a cura di) (2002), Le ragioni della partecipazione nei processi di trasformazione urbana. I costi dell’escusione di alcuni attori locali, Ecosfera, USPEL Ufficio Speciale per la Partecipazione dei cittadini e dei Laboratori di Quartiere, Roma [ptp]
  • Ceretto Castigliano S. C., Ciaffi D., Peano A., Spaziante A., Staricco L. (2002), Interazioni tra pianificazione operativa, strutturale e strategica, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846435675  [pln]
  • Ceruti M. e Preta L. (1990), Che cos’è la conoscenza, Laterza, Bari, ISBN 9788842035916 [cog]
  • Cherubini P. (2006), Cognizione e computazione. Problemi, metodi e prospettive delle spiegazioni computazionali nelle scienze cognitive, CLEUP, Padova, ISBN 9788861290105 [cog]
  • Ciaffi D., Mela A. (2006), La partecipazione. Dimensioni, spazi e strumenti, Carocci, Roma, ISBN 9788843037414 [ptp, soc]
  • Ciancarella L. (1998), La diffusione dei GIS nelle amministrazioni locali italiane: nuove opportunità per il governo del territorio, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846406781 [gis, ict, pln]
  • City of Helsinki Urban Facts (2007), Statistical Yearbook of the City of Helsinki 2007, City of Helsinki Urban Facts, Helsinki, ISBN 9789522230720 [fin]
  • Codara L. (1998), Le mappe cognitive. Uno strumento di analisi per la ricerca sociale e per l’intervento organizzativo, Carocci, Roma, ISBN 9788843011469 [cog, soc]
  • Crosta, P. L. (1998), Politiche : quale conoscenza per l’ azione territoriale, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846406019 [k&a, pln]
  • Dei P., Gambarini C. (2000), Tra gioco e arte. Imparare ad imparare con esperienze gestaltiche e mappe cognitive, Armando, Roma, ISBN 9788883580628 [cgn, ptp]
  • Dekkers D. (2004), MVRDV: The Regionmaker, Hatje Cantz Publishers, Ostfildern, ISBN 9783775712002 [pln]
  • Dematteis G., Governa F. (2005), Territorialità, sviluppo locale, sostenibilità: il modello SloT, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846470577 [svl, spt]
  • Dutton W. H. (2001), La società on line. Politica dell’informazione nell’era digitale, Baldini Castoldi Dalai, Milano, ISBN 9788884900081 [web, soc]
  • De Rita G., Bonomi A. (1998), Manifesto per lo sviluppo locale, Bollati Boringhieri, Torino, ISBN 9788833910888 [svl]
  • Faludi A. (2000), Decisione e pianificazione ambientale, Dedalo, Bari, ISBN 9788822062314 [pln, spt]
  • Forester J. (1999), Pianificazione e potere. Pratiche e teorie interattive del progetto urbano, Dedalo, Bari, ISBN 9788822061843 [pln, spt]
  • Friedmann J. (1993), Pianificazione e dominio pubblico, dalla conoscenza all’azione, Dedalo, Bari, ISBN 9788822061454 [k&a, pln]
  • Gallino L., Borgna P., Bulsei G. L., Grimaldi R. (1992), Teoria dell’attore e processi decisionali. Modelli intelligenti per la valutazione dell’impatto socio-ambientale, Franco Angeli, Milano , ISBN 9788820475086 [dmk, soc]
  • Gausa M., Guallart V., Muller W. (2005), Hicat, HiperCatalunya Research Territories, Actar, Barcelona, ISBN 9788495951403 [pln, spt]
  • Gay N., Mazali T., Monaci S., Taddeo G. (2008), Giovani, media e consumi digitali, Liguori, Napoli, ISBN 9788820743130 [web, soc]
  • Gerosa M. (2008), Rinascimento virtuale, Meltemi, Roma, ISBN 9788883536052 [web]
  • Giddens A. (1990), La costituzione della società, Einaudi, Torino, ISBN 9788824504577 [soc, k&a]
  • Graham S., Marvin S. (2002), Città e comunicazione. Spazi elettronici e nodi urbani, Baskerville, Bologna, ISBN 9788880003090 [ict, spt]
  • Greenfield A. (2006), Everyware: The Dawning Age of Ubiquitous Computing, New Riders Publishing, ISBN 9780321384010 [ict, soc]
  • Gross E., Etzioni A. (1996), Organizzazioni e società, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815052766 [soc]
  • Guidicini P. (1998), Nuovo manuale per le ricerche sociali sul territorio, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846408235 [soc, urb]
  • Gutgeld Y. (2009), “Prefazione”, in Creatività in rete. L’uso strategico delle ICT per la nuova economia dei servizi, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846497420 [ict]
  • Häyhtiö T., Rinne J., (2008), (a cura di), Net working/Networking: Citizen Initiated Politics, Tampere University Press, Tampere, ISBN 9789514474644 [ptp, web]
  • Healey P. (2003), Città e istituzioni. Piani collaborativi in società frammentate, Dedalo, Bari, ISBN 9788822062628 [pln, ptp]
  • Himanen P. (2003), L’etica hacker e lo spirito dell’età dell’informazione, Feltrinelli, Milano, IBAN 9788807817458 [soc, fin, itc]
  • Holzer M., Kim S.-T. (2008), Digital Governance in Municipalities Worldwide 2007, National Center for Public Performance, New Jersey, ISBN 9780942942088 [web, gov]
  • Huang J., Waldvogel M. (2006), “Open City”, in Chatelet V. (a cura di), Interactive Cities, Editions HYX, Paris
  • Isohanni T. (2006), Works of Art at Arabianranta 2002-2006, Economic and Planning Centre of City of Helsinki, Helsinki, ISBN 9789524737661 [urb, fin]
  • Jankowski P., Nyerges T. (2001), GIS for Group Decision Making, Taylor & Francis Ltd, London, ISBN 9780748409327 [gis, dmk, ptp]
  • Jussila O., Hentila S., Nevakivi J. (2004), Storia politica della Finlandia, Guerini, Milano, ISBN 9788883355820 [fin]
  • Kangasoja J., Schulman H. (2007), Arabianrantaan! Uuden kaupungin maihinnousu. Arabianranta-Rethinking Urban Living, City of Helsinki Urban Facts, Helsinki, ISBN 9789524738019 [fin]
  • Lahti P., Kangasoja J. Huovila P. (a cura di) (2006), Electronic and Mobile Participation in City Planning and Management. Experiences from IntelCities – an Integrated Project of the Six Framework Programme of the European Union, City of Helsinki Urban Facts, Helsinki, ISBN 9789524736466 [ict, pln, ptp]
  • Latour B. (1998), La scienza in azione. Introduzione alla sociologia della scienza, Einaudi, Torino, ISBN 9788824505512 [soc, ict]
  • Legrenzi P. (2005), Prima lezione di scienze cognitive, Laterza, Bari, ISBN 9788842065746 [cog]
  • Lévy P. (1999), Cybercultura. Gli usi sociali delle nuove tecnologie, Feltrinelli, Milano, ISBN 9788807460197 [ict, soc]
  • Lovink G. (2008), Zero comments. Teoria critica di internet, Bruno Mondadori, Milano, ISBN 9788861590779 [web]
  • Maciocco G., Tagliagambe S. (1977), La città possibile. Territorialità e comunicazione nel progetto urbano, Dedalo, Bari, ISBN 9788822061935 [com, spt]
  • Mäenpää M., Nykänen J., Dean P., (2005), Media Lab Helsinki. 10 Year, University of Art and Design Helsinki, Media Lab, Helsinki, ISBN 9789515581754 [ict, fin]
  • Magnaghi A. (2000), Il progetto locale, Bollati Boringhieri, Torino, ISBN 9788833912325 [svl]
  • Maturana H. R., Varela F. J. (2001), Autopoiesi e cognizione. La realizzazione del vivente, Marsilio, Venezia, ISBN 9788831747783 [cog]
  • Mazza L. (1997), Trasformazioni del piano, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846403124 [pln]
  • McLuhan M. (2008, orig. 1964), Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore, Milano, ISBN 9788842814894 [ict, cog]
  • Mela A., Belloni M. C., Davico L. (2000), Sociologia e progettazione del territorio, Carocci, Roma, ISBN 9788843016167 [soc, urb, spt]
  • Mitchell W.J. (1997), La città dei bits. Spazi, luoghi e autostrade informatiche, Mondadori Electa, Milano, ISBN 9788843560233 [urb, ict]
  • Monaci S. (2008), La conoscenza on line: logiche e strumenti, Carocci, Roma ISBN 9788843046454 [web, soc]
  • Morin E. (2007), Il metodo 3. La conoscenza della conoscenza, Cortina Raffaello, Milano, ISBN 9788860301079, [k&a, cog]
  • Mundula L. (2004), Ict@territorio. Ruoli e strategie dell’economia globale per lo sviluppo sostenibile locale, Franco Angeli, Roma, ISBN 9788846458179 [itc, spt]
  • Nicoletti R., Rumiati R. (2006), I processi cognitivi, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815108647 [cog]
  • Norris D., Mason J., Lefreve P. (2003), Transforming e-Knowledge: a revolution in the sharing of knowledge, The Society for College e University Planning, ISBN 9780970041326 [ict, k&a]
  • Occelli S., Staricco L. (2002), Nuove tecnologie di informazione e di comunicazione e la città. Elementi di riflessione, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846433695 [web, ict, urb]
  • Pacifici G., Pozzi P., Rovinetti A. (2007), Reinventing governance through ICT and public communication, Franco Angeli, Roma, ISBN 9788846482433 [ict, com, pol]
  • Paradiso M. (2003), Geografia e pianificazione territoriale della società dell’informazione, Franco Angeli, Roma, ISBN 9788846454287 [pln, ict]
  • Pasqui G. (2005), Territori: progettare lo sviluppo. Teorie, strumenti, esperienze, Carocci, Roma, ISBN 9788843032907 [svl]
  • Piroddi E., Scandurra E., De Bonis L. (a cura di) (2000), I futuri della città. Mutamenti, nuovi soggetti e progetti, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846418753 [pln, pol, urb]
  • Pittalunga P. (2001), Progettare con il territorio. Immagini spaziali delle società locali e pianificazione comunicativa, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846430564 [pln, soc, cog]
  • Prandstraller F., Rullani E. (2009), Creatività in rete. L’uso strategico delle ICT per la nuova economia dei servizi, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846497420 [ict]
  • Preece J. (2001), Comunità online. Progettare l’usabilità, promuovere la socialità, Tecniche nuove, Milano, ISBN 9788848112161 [web, soc]
  • Preta A. (2007), Economia dei contenuti. L’industria dei media e la rivoluzione digitale, Vita e Pensiero, Milano, ISBN 9788834314678 [ict]
  • Rheingold H. (2003), Smart mobs. Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura, Cortina Raffaello, Milano ISBN 9788870788419 [ict, soc]
  • Roscelli R. (a cura di), (2005), Misurare nell’incertezza, valutazioni e trasformazioni territoriali, Celid, Torino, ISBN 9788876616648 [dmk]
  • Rumiati R. (2000), Decidere, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815077943 [dmk]
  • Salone C. (1999), Il territorio negoziato. Strategie, coalizioni e “patti” nelle nuove politiche territoriali, Alinea, Firenze, ISBN 9788881253692 [dmk, pln, pol]
  • Salvini A. (a cura di) (2007), Analisi delle reti sociali. Teorie, metodi, applicazioni, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846484345 [soc]
  • Salzano E. (2007), Fondamenti di urbanistica. La storia e la norma, Laterza, Bari, ISBN 9788842071525 [urb, pln]
  • Sartori L. (2006), Il divario digitale. Internet e le nuove disuguaglianze sociali, Il mulino, Bologna, ISBN 9788815109705 [web, soc]
  • Sawyer S., Williams B., Carignani A., Frigerio C., Rajola F. (2006), ICT e società dell’informazione, McGraw-Hill Companies, Milano, ISBN 978883866356 [ict, soc]
  • Schön D. A. (1999), Il professionista riflessivo. Per una nuova epistemologia della pratica professionale, Dedalo, Bari, ISBN 9788822061522 [k&a]
  • Schurch D. (2006), Nomadismo cognitivo. Ingegneria dello sviluppo regionale, Franco Angeli, Milano, ISBN 9788846474148 [cog, pln]
  • Sclavi M. (a cura di) (2002), Avventure urbane, Elèuthera , Milano, ISBN 9788885060647 [ptp]
  • Scotti E., Sica R. (2007), Community management. Processi informali, social networking e tecnologie Web 2.0 per la gestione della conoscenza nelle organizzazioni, Apogeo, Milano, ISBN 9788850326457 [web, dmk, soc]
  • Sen A. (1986), Scelta, benessere, equità, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815009678 [k&a, soc]
  • Singleton F. B. (1989), A short history of Finland, Cambridge University press, Cambridge, ISBN 9780521322751 [fin]
  • Sorrentino F., Paganelli F. (2006), L’intelligenza distribuita. Ambient intelligence: il futuro delle tecnologie invisibili, Centro Studi Erickson, Trento, ISBN 9788879469081 [ict, soc]
  • Speltini G. (2002), Stare in gruppo, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815089700 [dmk, ptp]
  • Tagliagambe S. (2008), Lo spazio intermedio. Rete, individuo e comunità, Università Bocconi, Milano, ISBN 9788883501227 [web, soc, urb]
  • Talamo A., Zucchermaglio C. (2003), Inter@zioni. Gruppi e tecnologie, Carocci, Roma, ISBN 9788843027750 [soc, web, ict]
  • Taylor N. (2006), Teoria dell’urbanistica dal 1945, CLUEB, Bologna, ISBN: 9788849125900 [urb, pln]
  • Tommasoli M. (2001), Lo sviluppo partecipativo. Analisi sociale e logiche di pianificazione, Carocci, Roma, ISBN 9788843018079 [ptp, soc, pln]
  • Van Dijk J. (2002), Sociologia dei nuovi media, Il Mulino, Bologna, ISBN 9788815086594 [soc, ict]
  • Venti D., Baruzzi V., Capelli M., Ginocchini G., Morello M. R. (a cura di) (2003), Esperienze di progettazione partecipata negli USA, La Mandragola, Imola, ISBN 9788888108988 [ptp]
  • Vino, A. (2001), Sapere pratico. Competenze per l’azione, apprendimento, progettazione organizzativa, Guerini e Associati, Milano, ISBN 9788883352638 [k&a]
  • Volli U. (2008), Il nuovo libro della comunicazione. Che cosa significa comunicare: idee, tecnologie, strumenti, modelli, Il Saggiatore, Milano, ISBN 9788842813507 [web, soc]
  • Zardini M., Scivelbusch W. (2006), Sense of the City, Lars Muller Publishers, Montréal, ISBN 9781906155070 [urb, ict]

Article – Paper – Thesis

  • Batty M. (2008), “Generating Cities from the Bottom-Up: Using Complexity Theory for Effective Design”, in Cluster, n° 07, p. 150-161, Torino, ISSN 17242231 [cpx]
  • Baudouin Reis Barros da Encarnação de Vilhena da Cunha I. (2007), Creative Urban Spaces: ‘Innovation Hub’ as an instrument of urban policy, Dissertação para obtenção do grau de Mestre em Regeneração Urbana e Ambiental, Universidade Técnica de Lisboa, Lisbona [urb, fin]
  • Cecchini A., Vania A. (2000) “Nuove tecnologie e partecipazione democratica” in Urbanistica n. 113 [ptp, ict]
  • Garcia Martin C. (2007), Encounters in Urban Space. A study of Sociable Space in Urban Neighbourhoods, M.A. European Urban Cultures, Helsinki
  • Hietaniemi L. (2008), Helsinki region trends, City of Helsinki Urban Facts, Helsinki, ISSN 1455819X [fin]
  • Ilmonen M., Kunzmann K. (2008), “Arabianranta”, in Urban Design, n° 106, p. 25-26
  • Laakso S. & Kostiainen E. (2007), The Economic Map or Urban Europe, A comparative study of 45 European metropolises, City of Helsinki Urban Facts, Helsinki, ISSN 14557231 [fin, urb]
  • Lanza Dematteis C. (2001), “La città digitale tra locale e globale. Il caso dell’Italia”, in Ambiente, società, territorio. Geografia per le scuole, n. 1, pp. 11-16, ISSN 1824114X [ict, urb]
  • Medaglia R. (2008), Local Institutions and Technology Adoption: eParticipation in Italian Local Government, Tesi di Dottorato in Sistemi Sociali, Organizzazione delle politiche pubbliche, Roma [web, ptp, ita]
  • Mo D., rel. Vico F. (2001), GIS e pianificazione partecipata, Tesi di laurea, Politecnico di Torino, Torino [gis, ptp]
  • Pennanen–Rebeiro-Hargrave P., Kangasoja J. (2003), Virtual Village Reality – Futuristic housing
    in a socially mixed neighbourhood in Helsinki
    , Paper to be presented at The Sixth Sharjah Urban Planning Symposium, Helsinki [web, urb, soc]
  • Sairinen R., Kumpulainen S. (2005), Assessing social impacts in urban waterfront regeneration, Centre for Urban and Regional Studies, Helsinki University of Technology, Helsinki [fin, urb]
  • Shaw W. (marzo 2001), “In Helsinki Virtual Village…”, in Wired magazine, n° 9.03, New York [urb, fin, ict]
  • University of Art and Design Helsinki (2006), Brochure, Helsinki
  • Zich R. (2004), “Torino Wireless: identità o maschera” in Cluster, n° 02, p. 100-101, Torino, ISSN 17242231 [ita, ict]

Internet

autore (data ultima modifica), “titolo”, in nome sito, url, [visitato il data vista], [parole chiave]

To order

Altri casi | Other cases

Future Home Institute WIKI

Recent Posts

Vedere lontano

gallipoli_puglia

Qualcuno si lamenta sempre del mal tempo. Il vento gelido da nord che taglia la faccia e penetra nelle ossa.

Qui a Gallipoli è normale. Il mare si increspa, l’aria si congela, ma il lato positivo c’è. Il sole splende, l’aria tersa fa brillare le cose e fa vedere quello che rientra un po’ nel mito locale.

Diciamo che sono cresciuta con la leggenda: sai, dopo una giornata di tramontana si vede la Calabria.

Ovviamente mai vista. E’ un mito, una fesseria.

Fino a ieri.

Ero come al solito ad “errare” a Gallipoli (vedi titolo della mia tesi…). Mi fermo a guardare l’orizzonte. Un tramonto magnifico.

Un’infinità di sfumatore di rosso e arancione, che sprofondano nel blu profondo del mare. E al di là?

Le montagne della Calabria.


io l’ho sempre detto che si vedeva…comunque anche in Calabria gira la stessa voce sulla visione mitica della Puglia

  1. We Gloo: costruire un igloo a Torino Comments Off on We Gloo: costruire un igloo a Torino
  2. La dualità della critica al progetto di Le Corbusier Comments Off on La dualità della critica al progetto di Le Corbusier
  3. Design: attribuire definizioni è preferibile Comments Off on Design: attribuire definizioni è preferibile
  4. L’ambizione di capire Palermo Comments Off on L’ambizione di capire Palermo
  5. AIR: analisi di impatto della regolazione Comments Off on AIR: analisi di impatto della regolazione
  6. La lettura di Chandigarh attraverso le riviste Comments Off on La lettura di Chandigarh attraverso le riviste
  7. Infografica – More than words Comments Off on Infografica – More than words
  8. Riqualificare i relitti urbani con la creatività Comments Off on Riqualificare i relitti urbani con la creatività
  9. Globalizzazione e soft power in architettura Comments Off on Globalizzazione e soft power in architettura
  10. La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno? Comments Off on La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno?
  11. Teorie e politiche della Sostenibilità Comments Off on Teorie e politiche della Sostenibilità
  12. Il futuro è libero. Software open source nella PA Comments Off on Il futuro è libero. Software open source nella PA
  13. Crescita superlineare delle città Comments Off on Crescita superlineare delle città
  14. 1000 eco design Comments Off on 1000 eco design
  15. Decidere le grandi opere Comments Off on Decidere le grandi opere
  16. Notizie e Up Date Comments Off on Notizie e Up Date
  17. Architetture presto inutili – Paesaggi digitali Comments Off on Architetture presto inutili – Paesaggi digitali
  18. Architettura organica vivente Comments Off on Architettura organica vivente
  19. Landscape Urbanism Comments Off on Landscape Urbanism