Presentation

Izmo nasce nel 2006 a Torino con lo scopo di mettere in atto le ricerche e i progetti formulati durante sei anni di attività del gruppo-sfera: incontro informale di architetti e ingegneri. L’ambito di attività di Izmo è il territorio: luogo di relazioni tra individui e spazio, tra persone ed ambiente.

L’obiettivo di Izmo è favorire i rapporti tra gli abitanti e il costruito, la fruizione degli spazi, le relazioni sociali. Izmo ritiene che la qualità della vita sia condizionata dagli spazi quotidiani, dagli spostamenti, dai ritmi urbani, dall’ambiente e dalle relazioni sociali. Izmo opera in questo dominio: stimola e causa mutamenti condivisi da chi è coinvolto attraverso installazioni, software, oggetti ed architetture, fino al progetto urbano.

Il metodo progettuale si fonda sulle teorie della complessità: osservazione, intervento e aggiustamento degli interventi in base a quanto osservato. Per incentivare lo scambio interpersonale, le relazioni sociali, l’analisi del territorio e le progettualità Izmo è in grado di attivare processi partecipativi e di servirsi dei nuovi media come mezzi che facilitano la comunicazione. Il nome “Izmo” ha origine dai suoi scopi e per assonanza dalla parola istmo: una sottile linea di terra che congiunge territori e organismi.

Nell’ambito dei temi di interesse (democrazia partecipativa, sviluppo locale, architettura, design, arte, sociologia e nuovi media) Izmo è in grado in via esemplificativa di:

  • organizzare e promuovere iniziative culturali rivolte alle diverse attività artistiche;
  • organizzare convegni, seminari, esposizioni, iniziative didattiche ed artigianali su temi di interesse per i propri associati e/o per soggetti terzi;
  • incentivare e curare la difesa e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed ambientale;
  • organizzare e promuovere progetti mirati di studio e ricerca;
  • organizzare la raccolta di documentazione concernente i settori e i temi di interesse di Izmo, mettendola a disposizione dei propri associati e di soggetti terzi;
  • organizzare e promuovere l’edizione e la diffusione dei risultati delle ricerche, degli atti dei convegni e di qualsiasi altra opera attinente l’oggetto sociale utilizzando i mezzi e i supporti più opportuni.

Nella realizzazione di tali attività Izmo può delegare a persone ed enti pubblici e privati la gestione normativa, amministrativa e finanziaria; riservando in ogni caso a sé la direzione e l’organizzazione degli aspetti scientifici delle iniziative stesse.

In termini generali Izmo si propone di coinvolgere nei progetti tutti i suoi associati puntando alla collaborazione con il maggior numero di soggetti. 

 

Izmomade to gather
www.izmo.it
FITZLAB – Via Aosta, 8 – 10152 – Torino – Italy –
associazione@izmo.it
tel: +39 328 4838858

Izmo was established in Torino in 2006 with the purpose to further research and plan projects raised during six years of gruppo-sfera’s activities through an informal group of architects and engineers. The field of interest is the territory: where  the relationships take place between public space and individuals, people and environment.Izmo aims to promote the interchange between inhabitants and the built environment; the fruition of space; and social relations. Izmo regards the quality of life as being conditioned by ordinary spaces, movement, urban conditions, environment and social relationships. Izmo works in this domain by encouraging and triggering changes among those involved through  installations, software, objects, and architecture, up until urban projects.The planning method is grounded on complexity theories: observation, intervention and adjustment based on what is observed. To encourage the interpersonal exchanges, the social interactions, the territorial analysis and the projects Izmo is able to spark a participatory process and use new media as means which fosters communication. The organization’s name, as well as the purpose, originates from the word isthmus: a thin line of land which connects territories and organisms.

Considering many interesting topics pertaining to the field (participatory democracy, local development, architecture, design, art, sociology and new media) the organization is able, for instance to:

  • organize and promote cultural initiatives oriented to different artistic activities;

  • organize meetings, seminars, expositions, educational and hand-crafted initiatives about a given topic that interests associates and/or a third party;

  • support and encourage the protection and valuation of historical, artistic and environmental heritage;

  • organize and promote targeted study and research projects;

  • organize the collection of documents essential to the field and topics of interest to the association, and furthermore makethis information available for the associates and/or a third party;

  • organize and promote, through appropriate means and measures, the issue and diffusion of research outcomes, collection of conference papers and any other works pertaining to the articles of the association

Through the fulfillment of these activities Izmo is able to delegated the management of regulatory, administrative and financial services to the staff as well as publicand private entities; Izmo reserves the privilege of management and organization of initiatives as well as their scientific supervision.

In general terms Izmo intends to include all of its associates at all stages of a project and aims to collaborate with the largest number of fields, subjects, and disciplines possible.

 

Izmo – made to gather
www.izmo.it
FITZLAB – Via Aosta, 8 – 10152 – Torino – Italy –
associazione@izmo.it
tel: +39 328 4838858

Recent Posts

Vedere lontano

gallipoli_puglia

Qualcuno si lamenta sempre del mal tempo. Il vento gelido da nord che taglia la faccia e penetra nelle ossa.

Qui a Gallipoli è normale. Il mare si increspa, l’aria si congela, ma il lato positivo c’è. Il sole splende, l’aria tersa fa brillare le cose e fa vedere quello che rientra un po’ nel mito locale.

Diciamo che sono cresciuta con la leggenda: sai, dopo una giornata di tramontana si vede la Calabria.

Ovviamente mai vista. E’ un mito, una fesseria.

Fino a ieri.

Ero come al solito ad “errare” a Gallipoli (vedi titolo della mia tesi…). Mi fermo a guardare l’orizzonte. Un tramonto magnifico.

Un’infinità di sfumatore di rosso e arancione, che sprofondano nel blu profondo del mare. E al di là?

Le montagne della Calabria.


io l’ho sempre detto che si vedeva…comunque anche in Calabria gira la stessa voce sulla visione mitica della Puglia

  1. We Gloo: costruire un igloo a Torino Comments Off on We Gloo: costruire un igloo a Torino
  2. La dualità della critica al progetto di Le Corbusier Comments Off on La dualità della critica al progetto di Le Corbusier
  3. Design: attribuire definizioni è preferibile Comments Off on Design: attribuire definizioni è preferibile
  4. L’ambizione di capire Palermo Comments Off on L’ambizione di capire Palermo
  5. AIR: analisi di impatto della regolazione Comments Off on AIR: analisi di impatto della regolazione
  6. La lettura di Chandigarh attraverso le riviste Comments Off on La lettura di Chandigarh attraverso le riviste
  7. Infografica – More than words Comments Off on Infografica – More than words
  8. Riqualificare i relitti urbani con la creatività Comments Off on Riqualificare i relitti urbani con la creatività
  9. Globalizzazione e soft power in architettura Comments Off on Globalizzazione e soft power in architettura
  10. La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno? Comments Off on La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno?
  11. Teorie e politiche della Sostenibilità Comments Off on Teorie e politiche della Sostenibilità
  12. Il futuro è libero. Software open source nella PA Comments Off on Il futuro è libero. Software open source nella PA
  13. Crescita superlineare delle città Comments Off on Crescita superlineare delle città
  14. 1000 eco design Comments Off on 1000 eco design
  15. Decidere le grandi opere Comments Off on Decidere le grandi opere
  16. Notizie e Up Date Comments Off on Notizie e Up Date
  17. Architetture presto inutili – Paesaggi digitali Comments Off on Architetture presto inutili – Paesaggi digitali
  18. Architettura organica vivente Comments Off on Architettura organica vivente
  19. Landscape Urbanism Comments Off on Landscape Urbanism