Mappe mentali per TO 4507 0770

Mappe mentali per TO 4507 0770

This slideshow requires JavaScript.

watch on Picasa

Titolo: Mappe mentali per TO 4507 0770
Data: maggio 2009
Luogo: Torino, Vanchiglia – Vanchiglietta
Team: Alessandro Grella, Giulia Carlone, Gianluca Sabena, Elena Candelari, Elisabetta Carnevale
Keywords: partecipazione, animazione, disegno, quartiereGuarda un video esempificativo!

Obiettivi

Raccogliere, attraverso il disegno, informazioni di un quartiere.

Descrizione

In concomitanza del progetto Insito, Izmo ha avviato una serie di interviste basate sulle mappe mentali: disegni mnemonici di un quartiere al fine di far emergere informazioni da parte dei cittadini.
L’intervistatore chiede all’intervistato di disegnare su un foglio bianco (in qualsiasi forma e stile) il proprio quartiere segnalando eventuali percorsi, punti notevoli, emergenze, limiti, etc. Successivamente la mappa viene raccontata dall’intervistato il quale descrive i principali luoghi ed elementi presenti sul foglio. Tali informazioni narrate, emerse anche per merito del supporto iconografico, vengono videoregistrate per poi essere trascritte e archiviate —in questo caso— sulla piattaforma web di Insito.

Metodi e linguaggi

  • Facilitazione e moderazione dell’attività di disegno
  • registrazione dell’illustrazione della mappa
  • sbobinatura

Osservazioni

L’intervistato deve essere lasciato libero di disegnare e esprimere su carta la sua mappa. L’intervento del moderatore è necessario solo se richiesto dall’intervistato.
Occorre eventualmente facilitare il racconto e la trasposizione verbale del disegno.

Title: Mental Maps for TO 4507 0770
Date: May 2009
Location: Turin, Vanchiglia – Vanchiglietta
Team:
Alessandro Grella, Giulia Carlone, Gianluca Sabena, Elena Candelari, Elisabetta Carnevale
Keywords: participation, animation, design, district
Watch a video of an example!

Objectives

Collect information about a neighborhood through drawing.

Description

Within the project Insito, Izmo has launched a series of interviews based on “mind maps”: mnemonic drawings of a neighborhood in order engage citizens and create a dialogue.
The interviewer asks the interviewee to draw on a blank sheet of paper (in any form or style) their neighborhood by reporting any routes, landmark, emergencies, limits, etc.. Then the map is verbally expressed by the interviewee which describes the key points and elements on the page. This narrative information, chosen partly based on iconographic merit, is being videotaped and then transcribed and stored —in this case— on Insito Web platform.

Methods and languages

  • Facilitation and moderation of drawing
  • recording of the map narratives
  • Transcription

Comments

The interviewee should be left free to draw and convey his map on paper. The intervention of the moderator is required only if requested by the interviewee.
It may be necessary to facilitate the story telling and the vocal
transcription of the drawing.

Recent Posts

Vedere lontano

gallipoli_puglia

Qualcuno si lamenta sempre del mal tempo. Il vento gelido da nord che taglia la faccia e penetra nelle ossa.

Qui a Gallipoli è normale. Il mare si increspa, l’aria si congela, ma il lato positivo c’è. Il sole splende, l’aria tersa fa brillare le cose e fa vedere quello che rientra un po’ nel mito locale.

Diciamo che sono cresciuta con la leggenda: sai, dopo una giornata di tramontana si vede la Calabria.

Ovviamente mai vista. E’ un mito, una fesseria.

Fino a ieri.

Ero come al solito ad “errare” a Gallipoli (vedi titolo della mia tesi…). Mi fermo a guardare l’orizzonte. Un tramonto magnifico.

Un’infinità di sfumatore di rosso e arancione, che sprofondano nel blu profondo del mare. E al di là?

Le montagne della Calabria.


io l’ho sempre detto che si vedeva…comunque anche in Calabria gira la stessa voce sulla visione mitica della Puglia

  1. We Gloo: costruire un igloo a Torino Comments Off on We Gloo: costruire un igloo a Torino
  2. La dualità della critica al progetto di Le Corbusier Comments Off on La dualità della critica al progetto di Le Corbusier
  3. Design: attribuire definizioni è preferibile Comments Off on Design: attribuire definizioni è preferibile
  4. L’ambizione di capire Palermo Comments Off on L’ambizione di capire Palermo
  5. AIR: analisi di impatto della regolazione Comments Off on AIR: analisi di impatto della regolazione
  6. La lettura di Chandigarh attraverso le riviste Comments Off on La lettura di Chandigarh attraverso le riviste
  7. Infografica – More than words Comments Off on Infografica – More than words
  8. Riqualificare i relitti urbani con la creatività Comments Off on Riqualificare i relitti urbani con la creatività
  9. Globalizzazione e soft power in architettura Comments Off on Globalizzazione e soft power in architettura
  10. La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno? Comments Off on La città di Chandigarh: progetto utopistico o realizzazione di un sogno?
  11. Teorie e politiche della Sostenibilità Comments Off on Teorie e politiche della Sostenibilità
  12. Il futuro è libero. Software open source nella PA Comments Off on Il futuro è libero. Software open source nella PA
  13. Crescita superlineare delle città Comments Off on Crescita superlineare delle città
  14. 1000 eco design Comments Off on 1000 eco design
  15. Decidere le grandi opere Comments Off on Decidere le grandi opere
  16. Notizie e Up Date Comments Off on Notizie e Up Date
  17. Architetture presto inutili – Paesaggi digitali Comments Off on Architetture presto inutili – Paesaggi digitali
  18. Architettura organica vivente Comments Off on Architettura organica vivente
  19. Landscape Urbanism Comments Off on Landscape Urbanism